EXPEDIA COMPRA HOMEAWAY: nuovo costo abbonamento.

 Meglio Homelidays o Homeaway
Oggi si ritorna a parlare di siti di case vacanza in cui inserire un annuncio per rendere visibile il proprio alloggio. Da quando ho iniziato quest'avventura di affittare il mio appartamento usando diversi booking online le cose sono molto cambiate.

Alcuni siti hanno preso un sentiero verso il declino, altri portali sono stati assorbiti da grandi marchi NON sempre con esiti favorevoli per chi affitta casa.
Qui di seguito le mie esperienze personali e la mia opinione.


Temi trattati in questo articolo:

  1. Meglio Homeaway o HOMELIDAYS? Opinioni e altri codici sconto.
  2. Famiglia HOMEAWAY quali siti include.
  3. Meglio Homeaway abbonamento o flexy?
  4. Homeaway e l'accordo con Expedia porterà più prenotazioni a chi affitta casa?


AFFITTARE CASA AI TURISTI: alla ricerca del sito migliore



La moda del momento è quella di unificare molti booking online sotto un marchio "più forte" in modo da diventare un'unica grande "famiglia".
Infatti molti siti di case vacanza sono stati assorbiti da grandi marchi; è il caso di Tripadvisor Rentals (ne parlerò più approfonditamente in un altro articolo) ma anche di Expedia che ha acquistato Homeaway.com.

Queste "manovre finanziare" arricchiscono anche chi usufruisce di questi portali? Oppure servono solo per fronteggiare altri colossi come Priceline o Airbnb per fare a gara a "chi ce l'ha più grosso"? (Il sito intendo!). Ne parliamo a fine articolo, adesso cominciamo dall'inizio. C'era una volta un sito di nome Homelidays...







1. Meglio Homeaway o HOMELIDAYS?





In verità i 2 portali di casa vacanze "Homeaway e Homelidays" sono un tutt'uno per cui, ad oggi, non c'è un migliore o un peggiore. Fanno parte dello steso gruppo racchiuso sotto l'etichetta di "famiglia Homeaway".

C'è da dire che alcune persone che affittano da diversi anni i loro immobili sui siti di case vacanze, avevano una predilezione per Homelidays ma, ad oggi, dopo la "nuova gestione" lamentano un grave peggioramento in fatto di conversione. In parole semplici il costo dell'abbonamento annuale cresce ma, di contro, diminuiscono le prenotazioni.

Alcuni lettori che usufruiscono del servizio sono piuttosto delusi e arrabbiati come potete leggere nei commenti che trovate sotto ai vari articoli che ho scritto inerenti all'argomento "portali di case vacanze".


2. Famiglia HOMEAWAY quali siti include



È presto detto. Sotto il marchio Homeaway fanno parte diversi portali internazionali tra cui:

  • Homelidays, 
  • FeWo-direkt.de, (visibilità tedesca)
  • Abritel.fr, (visibilità Francese)
  • Vacationrentals.com (Stati uniti d'America)
  • Vrbo.com (America).
  • Owners direct (Inghilterra)
  • Toprural (Spagna)
  • Bookabach (Nuova Zelanda)
  • Stayz (Austria)
  • Travelmob
  • AlugueTemporada (Brasile)


3. Meglio Homeaway abbonamento o flexy?



Dipende da vari fattori.

Per chi non lo sapesse, l'abbonamento Homeaway, prevede il pagamento di una tariffa annua di circa 199 euro (o più) per inserire un annuncio su questo portale. Messo l'annuncio, su ogni prenotazione che ricevi, il sito NON ti toglierà altri soldi. Se imposti 500 euro la settimana, quelli prenderai.
L'altro fattore positivo è che vedi subito i dati personali del tuo cliente. Puoi telefonargli, scrivergli e puoi decidere la modalità di pagamento: caparra anticipata e saldo all'arrivo o pagamento anticipato tramite un servizio che offre homeaway.

L'annuncio Flexy invece è gestito in modalità Pay-Per-Booking vale a dire che puoi inserire gratuitamente la tua casa vacanze in vetrina ma per ogni prenotazione ricevuta dovrai pagare una percentuale al sito che di solito si aggira intorno al 10%. Per cui se imposti 500 euro la settimana ne riceverai 450€.
Certo, puoi impostare 550€ per sopperire all'accredito ma in questo modo sarai meno concorrenziale di altri locatori che affittano casa nella tua zona e hanno sottoscritto un abbonamento a pagamento proponendo un prezzo più vantaggioso.
Altro fattore da considerare sono i pagamenti dei tuoi clienti che, nel Flexy, devono essere gestiti dal sito con un ulteriore piccolo accredito sull'affitto (si parla del 1-2% in molti casi). Riceverai i soldi solo dopo che i tuoi clienti sono entrati nell'alloggio.

Riepilogando ne deduco che se hai un alloggio da mettere a reddito in Italia, conviene l'abbonamento Homeaway rispetto al Flexy. Paghi una tariffa annuale e non un rincaro del 10% per ogni prenotazione.
Se hai diverse prenotazioni durante l'anno, calcolatrice alla mano, la somma delle percentuali decurtate ti costerebbe di più della tariffa annuale.

DA SAPERE: Ci sono altri fattori da considerare che possono aiutarti a capire qual è la formula più indicata per il tuo business.

AGGIORNAMENTO LUGLIO 2016: NOVITÀ IN CASA ‪HOMEAWAY‬

A partire dall’11 luglio 2016, i livelli di abbonamento attuali (Platino, Oro, Argento, Bronzo e Classico) non saranno più disponibili.
Ci sarà un unico abbonamento al prezzo di €229 (IVA inclusa).
Per chi ha attivato un abbonamento in questi mesi tutto continuerà normalmente fino alla scadenza del contratto.
Al termine potrete scegliere se rinnovarlo a 229€ oppure passare a Homeaway Flexy.
(FONTE)
Diversi lettori mi hanno contattata per chiedermi il codice sconto di 60 euro per mettere un annuncio su Homeaway (purtroppo dall'11 luglio 2016 la politica è cambiata e il buono non è più disponibile, in caso di nuove promozioni lo scriverò sul blog e sulla pagina Facebook. Rimani aggiornato! Unisciti al gruppo.)




La mia esperienza su Homeaway: 


Io ho sottoscritto un abbonamento annuale su Homeaway Italia a marzo 2015. Non ho mai comprato pacchetti promozionali extra e in TUTTO L'ANNO non ho MAI ricevuto una richiesta di prenotazione da uno "straniero"; la mia clientela era tutta italiana.

La situazione mi è sembrata alquanto strana: se la visibilità è mondiale, perché mi contattano solo italiani?

Dopo alcuni mesi, per fare una prova, oltre all'annuncio in vetrina a pagamento, ho sottoscritto anche un abbonamento flexy usando il canale Owners Direct (visibilità inglese) che fa parte sempre della famiglia Homeaway ma, non si sa bene perché, non rientra tra i siti elencati. Sarà la "pecora nera" della "famiglia" ;). Vedi immagine qui sotto:

N.2 -lista dei siti inclusi nella "famiglia Homeaway"-

NOTA: se hai casa su Homeaway puoi vedere in quali siti appare il tuo annuncio andando nella tua pagina intranet privata.
Clicca su "Modifica Annuncio".
Guarda a destra dell'immagine simbolo di casa tua, sotto il titolo...


Vedrai la scritta "Anteprima annuncio" cliccala e ti apparirà un elenco di voci come quello dell'immagine 2. Cliccando su "anteprima""Online" verrai indirizzato nei vari siti dove potrai vedere il tuo annuncio per come appare nelle altre nazioni.


Poco dopo l'attivazione dell'annuncio flexy, come volevasi dimostrare, ricevo le mie prime richieste e qualche prenotazione da persone principalmente di nazionalità inglese ma anche di altri paesi. Comincio a capire...

Mettendo un annuncio a pagamento su Homeaway Italia, sono visibile solo sul territorio italiano a meno che non decida di comprare un abbonamento Mondo o Europa (pagando di più ovviamente), in questo modo acquisirei più visibilità internazionale.
In caso contrario, sottoscrivendo solo l'abbonamento classico, come nel mio caso, avrai una buona visibilità in Italia ma poco o niente dall'estero (nel mio caso niente.)

Il 9 marzo è finito il mio abbonamento annuale su homeaway.it e ho deciso di NON rinnovarlo.
Avessi casa da affittare in Italia lo avrei sicuramente rinnovato ma nel mio caso, avendo un alloggio alle Canarie, non mi è molto utile per cui non ho motivo di usufruire di una piattaforma a pagamento che mi rende visibile prevalentemente in Italia perché non rispecchia la mia clientela più proficua.

Una prova successiva, che avvalora la mia ipotesi, è avvenuta quando, a marzo 2016, sono passata dalla versione pagamento alla formula Flexy e da quel momento sono fioccate richieste da clienti di diversa nazionalità che tutt'ora ricevo: tedeschi, spagnoli, francesi...

Nell'immagine sotto c'è una foto della mia pagina personale su Owners direct... le scritte sottolineate in rosso indicano i siti da cui il cliente mi "vede" e mi contatta. Nel mio caso c'è: Owners direct, Abritel e pure Expedia.

N.3 Siti da cui provengono i clienti


4. Expedia acquista Homeaway. L'accordo porterà più prenotazioni a chi affitta casa?



Expedia ha assorbito nel suo portale anche gli alloggi di chi ha un annuncio su uno dei siti facente parte della famiglia Homeaway. Pare che la tassa decurtata dall'affitto che per ora è del 10% sarà in futuro accreditata al cliente. Non so ancora di preciso i dettagli ma di solito quando arriva un nuovo "capo" qualcosa cambia sempre. Speriamo che cambi in meglio.

Per noi, proprietari di casa, non resta che sperare che l'acquisizione porti più visibilità ai nostri alloggi. Staremo a vedere.

Intanto ho già un riscontro...
Come puoi vedere nell'immagine sopra, l'ultimo ospite che mi ha contattato è venuto tramite Expedia (l'ultimo ospite appare come il primo della lista).
Per cui la visibilità c'è. Qualcuno ha visto il mio appartamento in affitto grazie a Expedia e mi ha contattato per ulteriori informazioni.

Considerando che l'acquisizione è recente, fatta nei primi mesi del 2016, avere già dei contatti provenienti da Expedia è un buon segnale.

E tu? Che ne pensi? Hai già dei riscontri? Sentiti libero di lasciare un commento a fondo articolo per raccontare la tua esperienza.



Altri argomenti che tratterò nei prossimi mesi:

. TRIPADVISOR RENTALS: quali siti di case vacanze include e opinioni personali.

WIMDU opinioni ed esperienze

. AFFITTARE CASA tua nel 2016: QUALE SITO È IL MIGLIORE? 
Esperienze personali per sapere con quale booking online si affitta di più.


Se non vuoi perderti i nuovi posts, iscriviti al servizio gratuito di spedizione automatica. Ogni volta che pubblico un articolo troverai l'aggiornamento nella tua email. Di solito ne pubblico 3-4 al mese.
Facile iscriversi, facile disiscriverti. Tratterò la tua mail come se fosse la mia. 

Se sei un nuovo lettore e non sai di che tratta il Blog... QUI trovi tutti gli articoli divisi per argomento:



Rimani aggiornato: Ricevi nella tua email l'ultimo articolo pubblicato sul blog

Non ti costerà nulla e non cederò la tua email a nessuno. Se cambi idea puoi disiscriverti quando vuoi con un semplice clic. Ogni tanto, se non ricevi la mia email, guarda nella cartella Spam (vieni a recuperarmi o salvami nei tuoi contatti ;)

* indicates required










Articoli correlati:


Se trovi l'articolo utile, un click di supporto ad uno dei tasti social che vedi a fine post è sempre molto gradito. ^_^

La mia guida: AFFITTARE CASA AI TURISTI: come fare.

  12 luglio 2016
2 commenti :
  1. Grazie, trovo veramente illuminanti tutti i consigli su come affittare e soprattutto quali strategie adottttare

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Alessandra, mi fa piacere ti siano utili ;)

      Elimina

NOTA: I commenti NON sono visibili immediatamente.

Per ricevere le notifiche delle risposte lasciate al tuo commento spunta la voce "INVIAMI NOTIFICHE" (visibile sotto il tasto "ESCI").
In caso non ricevessi la notifica ritorna a vedere se ti ho risposto.

SPAM is blocked.

Search Engine Yandex.Metrica