Moira Tips

Blog dove troverai utili consigli per AFFITTARE CASA ai turisti con i BOOKING online (Airbnb, VRBO, TripAdvisor...). Troverai IDEE per un VIAGGIO AUTONOMO, VACANZE ALLE CANARIE e molto altro. Vedi gli argomenti sul Menu.

FERMENTI LATTICI MIGLIORI PER ANTIBIOTICI

Quali fermenti lattici migliori per antibiotici: prima o dopo. Fermenti lattici antibiotico resistenti, fermenti lattici dopo antibiotico quando prenderli.

I fermenti lattici migliori per antibiotici devono essere specificatamente pensati per essere assunti anche durante la cura antibiotica (prima o dopo l'assunzione del farmaco). Necessario che i ceppi, di cui è formato il probiotico, siano antibiotico resistenti per arrivare a colonizzare il microbiota intestinale come prevenzione alla diarrea e stanchezza che possono sorgere come effetti collaterali dopo l'uso dell'antibiotico.

I FERMENTI LATTICI MIGLIORI PER ANTIBIOTICI

fermenti lattici migliori per antibiotici
fermenti lattici migliori per antibiotici

Studi scientifici hanno dimostrato l'efficacia dei fermenti lattici nella prevenzione della diarrea associata agli antibiotici [link a fine articolo]. La maggior parte di questi studi mostra prove evidenti che i migliori fermenti lattici per antibiotici contengano i ceppi: Lactobacillus e S. Boulardii 

Anche il Lactobacillus rhamnosus è utile per chi prende antibiotici poiché è un ceppo molto resistente che passa indenne gli acidi dello stomaco. 



Detto questo, qui trovi l'elenco dei fermenti lattici che contengono i ceppi più efficaci per chi assume o ha assunto antibiotici:

Fermenti lattici per antibiotico Lactobacillus acidophilus Rosell

fermenti lattici per antibiotico
Cominciamo con dei fermenti lattici specifici per l'antibiotico: quello della Optibac che contiene I Lactobacillus acidophilus Rosell-52 e Lactobacillus rhamnosus Rosell-11. Secondo studi scientifici (riferimento a fine pagina), questi 2 ceppi sono in grado di raggiungere l’intestino quando vengono assunti con gli antibiotici e agire piuttosto bene come prevenzione all'Escherichia Coli.

Sono ceppi potenti pensati specificatamente da chi sta usando l'antibiotico: è una cura d'urto di 10 giorni. Si possono prendere anche dopo aver assunto l'antibiotico e continuare con un ciclo per rafforzare il sistema immunitario, evitare recidive e ritornare in forze.
Li trovi in vendita su Amazon. Leggi le tante recensioni positive:
Fermenti lattici per Antibiotici.



Vitamine dopo antibiotico

Spesso dopo aver contratto un'infezione batterica e aver assunto antibiotici, è piuttosto frequente sentirsi stanchi, deboli o spossati anche per settimane.
In questo caso, le vitamine del gruppo B possono lavorare in sinergia con i fermenti lattici e darti una "spinta energetica" soprattutto se riparti già a pieno ritmo e non puoi fare una sana convalescenza.

vitamine dopo antibiotico

Le vitamine del gruppo B sono idrosolubili e sono necessarie agli enzimi del corpo per svolgere le varie funzione cellulari, in più contrastano la tossicità dovuta da stress ossidativo. 

In alternativa alle sole vitamine, puoi prendere un integratore di fermenti lattici con vitamine del gruppo B, in un unico prodotto. 
Fermenti Lattici dopo antibiotici  con vitamine gruppo B, aloe e estratto di semi di pompelmo.

Fermenti lattici antibiotico resistenti Saccharomyces Boulardii

Studi randomizzati (link a fine pagina) hanno confermato che S. boulardii è efficace nel ridurre il rischio di diarrea associata agli antibiotici sia nei bambini che negli adulti.
Il Saccharomyces Boulardii ha una più spiccata resistenza al calore, al pH acido e ai sali biliari inoltre è in grado di prevenire la “diarrea del viaggiatore”.

Qui di seguito 2 fermenti lattici  che contengono il ceppo Saccharomyces Boulardii:
Saccharomyces Boulardii 5 Miliardi CFU 90 Capsule.

Fermenti lattici dopo antibiotico Lactobacillus rhamnosus

Come puoi approfondire su wikipedia, il Lactobacillus rhamnosus mostra di possedere importanti proprietà preventive nei confronti di malattie infiammatorie croniche intestinali e può essere utile nella prevenzione della diarrea associata agli antibiotici.

Qui di seguito dei fermenti lattici che contenengono il ceppo Lactobacillus rhamnosus.

Questo probiotico, in vendita su Macrolibrarsi, contiene i seguenti ceppi:
  • Lactobacillus acidophilus (LA-5) 
  • Bifidobacterium lactis (BB-12) 
  • Lactobacillus rhamnosus (GG-LGG) 
  • Streptococcus thermophilus (TH-4) 
  • Lactobacillus paracasei ATCC 55544
Bioflor
Formulazione di probiotici per adulti
Voto medio su 25 recensioni: Da non perdere
€ 36,80

Se preferisci un fermento lattico ad ampio spettro, ti suggerisco questo della Nutri&Co che contiene, oltre al Lactobacillus rhamnosus GG, anche i seguenti ceppi: Lactobacillus plantarum, Lactobacillus acidophilus, Lactococcus lactis, Bifidobacterium longum, Lactobacillus bulgaricus, Bifidobacterium breve.

Quando prendere i fermenti lattici prima o dopo gli antibiotici? 


I fermenti lattici è meglio prenderli sia durante la cura antibiotica che dopo il ciclo di cura. Si possono introdurre i fermenti lattici durante l'assunzione dell'antibiotico MA vanno ingeriti diverse ore dopo l'assunzione. Assunti subito dopo o poco prima di ingerire l'antibiotico, non faranno alcun effetto (chiedi consiglio e conferma al tuo medico, usa il buon senso e "ascolta" il tuo corpo).
Bene, spero di averti guidato nella scelta del fermento lattico migliore per antibiotico, per contrastare i danni del farmaco.
Se pensi di poter aiutare qualcun altro, condividi l'articolo cliccando uno dei tasti social che vedi a fondo pagina. Mi farebbe molto piacere. Grazie.

Fonte degli studi e ricerche mediche sul beneficio degli antibiotici:
Disclaimer: Questo articolo riporta esperienze personali a mero titolo informativo. Non è destinato a fornire diagnosi, trattamenti o consigli medici. Le informazioni lette, non devono essere considerate sostitutive del parere di un operatore sanitario.
Aggiornato nel 2020

Nessun commento:

Yandex.Metrica