COME CURARE IL MAL DI TESTA: scopri il tuo tipo

Rimedi mal di testa
Potrei scrivere un'enciclopedia sui metodi, integratori e farmaci per curare la cefalea, in quanto, essendo una delle tante fortunate a soffrire di emicrania ho provato di tutto.
Mi viene mal di testa anche in viaggio, dopo un volo aereo, e quando sto molte ore al PC (quasi sempre).

Considerando che il mal di testa è un disturbo piuttosto diffuso ho deciso di scrivere in questa pagina tutte le mie considerazioni, le opinioni e la validità di farmaci o gli integratori usati.

Dimmi che mal di testa hai e ti dirò come agire o cosa testare:

  • Cause del mal di testa (quanti tipi di mal di testa ci sono?)
  • Cefalea mestruale (il mal di testa femminile)
  • Cefalea maschile (principali cause e rimedi)
  • Come curare la cefalea senza medicine (rimedi, integratori...)
  • Come curare l'emicrania CON i farmaci (elenco dei farmaci mirati per la cefalea)
  • Come curare il mal di testa con l'omeopatia

Questo articolo presenta diverse soluzioni per placare, ridurre o curare definitivamente il mal di testa. Trova quella che fa per te.

NOTA: Se hai un mal di testa improvviso, intenso con febbre, convulsioni, difficoltà di parola o hai preso un colpo alla testa faresti bene a rivolgerti al più presto ad un dottore per scongiurare patologie più gravi.


Mal di testa cause 

Quanti tipi di mal di testa ci sono?



Il mal di testa NON è una malattia ma un sintomo che allerta di un malfunzionamento o uno squilibrio che sta avvenendo nel nostro corpo.

Bisogna dividere i mal di testa acuti, improvvisi da quelli cronici in cui gli attacchi si presentano una o più volte al mese. Se solitamente non soffri di mal di testa e ne hai uno improvviso e violento che non migliora con i farmaci e non hai fatto niente che possa causarlo (troppo sole, troppo alcool...) è il caso di chiedere un consulto medico.

Il fattore scatenante della cefalea è la parte più difficile da scoprire ma si sa che "questo fattore", nella maggior parte dei mal di testa, influisce sulla circolazione del sangue: le arterie cerebrali dapprima si contraggono e poi si vasodilatano creando dolore in quest'ultima fase.

1. Se soffri di questo tipo di cefalea molto probabilmente troverai beneficio da sostanze vasocostrittrici come la caffeina (o farmaci contenente caffeina come il Tachicaf) ma anche farmaci specifici come i Triptani. 
Entrambi i farmaci necessitano di ricetta medica.
Posso confermare l'efficacia di entrambi. Nel mio caso ho optato per il Triptano in quanto non tollero la caffeina mi crea tremori e forte ansia.

2. Se soffri di Cefalea muscolo-tensiva i farmaci sopra elencati non saranno molto efficaci perché il meccanismo che innesca il dolore è diverso. Il dolore interessa parti più estese come il cranio e la nuca.
In questo caso il fattore scatenante non è la vasocostrizione ma la tensione nervosa/muscolare o anche un problema di assorbimento della serotonina a livello encefalico.
Questo tipo di cefalea si cura con tecniche di rilassamento come yoga, meditazione, massaggi... ma anche con integratori che stabilizzano i livelli di serotonina-triptofano nel corpo.

3. Il mal di testa può anche essere un misto tra cefalea vascolare e muscolo-tensiva. In questo caso è necessario imparare a percepire i segnali del corpo per distinguere le due forme e curarle con il trattamento più idoneo.

4. Un quarto tipo di emicrania è la cefalea a grappolo. Questa cefalea è fulminea dal dolore breve ma acuto localizzato nella zona periorbitale e di solito termina prima che qualsiasi farmaco faccia effetto. Questa cefalea può essere stagionale e durare una o poche settimane e poi andare in remissione (periodi anche piuttosto lunghi in cui non si hanno attacchi). Si pensa sia scatenata da un malfunzionamento dell'ipotalamo e dall'alcool (tollerato ne periodi di remissione). Di solito l'attacco acuto si cura con farmaci a base di nitroglicerina.


Ora, dopo aver categorizzato la tua cefalea, passiamo alla lista dei mal di testa più comuni e i rimedi che puoi provare:

  1. Mal di testa da ciclo : Cefalea catameniale - Mal di testa dovuto da fluttuazioni ormonali.
  2. Mal di testa maschile : Mal di testa cervicale e rimedi.
  3. Mal di testa da sinusite.
  4. Curare il mal di testa cervicale
  5. Come curare il mal di testa senza farmaci : Mal di testa rimedi naturali efficaci. Vitamine.
  6. Integratori per emicrania
  7. Rimedi naturali: mal di testa e caffè
  8. Cefalea rimedi omeopatici
  9. Antidolorifici e farmaci per emicrania
  10. Mal di testa farmaci opinioni ed esperienza






1. Il mal di testa femminile




Il mal di testa femminile più diffuso è chiamato Emicrania Catameniale (senza o con aura) ed è dovuto alle fluttuazioni ormonali che avvengono normalmente nel corpo di una donna in età fertile.
Ci sono donne più sensibili a queste variazioni e in determinati giorni del mese (di solito sempre a cadenza regolare) soffrono di mal di testa più o meno fastidioso.

L'emicrania mestruale si riconosce per la sua periodicità: si presenta nei giorni dell'ovulazione o prima o dopo il mestruo. Il dolore può manifestarsi da una parte sola della testa o spostarsi da destra a sinistra nel giro di 24-48 ore. Stabilizzato l'asse ormonale il mal di testa scompare.

Alcune donne possono avere dei segnali premonitori che avvisano di un prossimo attacco di emicrania come vertigini, ipersensibilità alle luci e ai suoni, ritenzione idrica, fastidi visivi, occhi secchi o un semplice desiderio di cibi particolari come dolci e cioccolata. Facci caso.


Mai provato l'endocrinologia ginecologica?


L'endocrinologia ginecologica si occupa di studiare l'asse ormonale ipotalamo-ipofisi-ovaio, e le varie disfunzioni che possono causare diverse patologie e disturbi tra cui la cefalea catameniale.

Se questo è il tuo caso, ti consiglio di cercare in rete se c'è un professionista o una clinica vicino a casa tua digitando endocrinologia ginecologica (+ nome della tua tua città). Fai anche una ricerca più approfondita digitando: endocrinologia ginecologica e mal di testa. 

Ricerca personalizzata



MOIRA TIP: Se prendi la pillola anticoncezionale sappi che molto probabilmente la cefalea è causata da questo. La maggior parte dei dottori ti dirà che non centra niente ma permettimi di dissentire, non credermi, ma pensaci e valuta da sola. In caso valutassi fosse la terapia ormonale a crearti la cefalea, parlane con il tuo ginecologico per trovare un metodo anticoncezionale alternativo.

Se soffri di questo tipo di cefalea prova ad usare il progesterone in crema (è un integratore da spalmare sulla pelle). È una cura lenta in quanto l'ormone viene assorbito dall'epidermide per accumularsi nell'organismo andando a colmare la carenza. In alcuni casi dopo 1 mese di applicazione potresti sentire un notevole beneficio e ridurre il numero di cefalee e l'intensità (ha tantissimi altri benefici anche sulla risoluzione degli sbalzi d'umore, l'irritabilità e la sindrome premestruale).
Con me ha funzionato riducendo gli attacchi (funziona più lentamente se usi la pillola anticoncezionale e l'estrogeno).

Il progesterone in crema non è molto conosciuto in Italia. Ho girato diverse farmacie ma non l'ho mai trovato, anzi il farmacista mi guardava come un ufo. Comunque si trova nei negozio online.

Per approfondire ti segnalo questo libro, se non puoi comprarlo cercalo in biblioteca è molto utile:


Curarsi con gli Ormoni Naturali e Bioidentici
La terapia ormonale che riequilibra la salute senza effetti collaterali
€ 14.5

A riprova che gli ormoni possono essere la causa scatenante della cefalea, sappi che i 2/3 del mal di testa scompaiono o si riducono notevolmente dopo la menopausa.



2. Il mal di testa maschile



Il mal di testa maschile è per lo più dovuto a una estesa contrazione muscolare localizzata nella zona cervicale, talvolta è scatenato da un abuso di sostanze in eccesso (alcool, farmaci, integratori...) o insorgere dopo un rapporto sessuale.
L'alcool, o comunque un uso eccessivo, blocca il ciclo di krebs: funzione che regola diversi processi importanti nell'organismo che apporta ossigeno ed energia alle cellule. Questo blocco può favorire il mal di testa.

Vediamo come agire a seconda dell'emicrania specifica:



3. Curare il mal di testa da sinusite



mal di testa da sinusite
Per questo specifico mal di testa sono consigliatissime, come soluzione definitiva, le cure inalatorie. Io ho fatto cure inalatorie per 5 anni consecutivi: 12 terapie all'anno per una brutta faringite che mi lasciava spesso afona e mi sono trovata molto bene.
Sono indicate per chi soffre spesso di raffreddori oltre che rinforzare le difese immunitarie, scioglie l'accumulo di muco che crea il fastidioso mal di testa.
Provare per credere hanno quasi del miracoloso. Puoi già avere buoni risultati dopo il primo ciclo di cura ma per i casi più complicati e meglio fare 2 cicli all'anno e comunque proseguire per 5 anni consecutivi. Le cure inalatorie (il primo ciclo) sono convenzionate con il sistema sanitario nazionale e gratuite per gli over 65enni (si paga un ticket irrisorio di circa 3€).


  • In alternativa, per chi ha poco tempo o non può recarsi alle terme, suggerisco di investire in questo INALATORE TERMALE e comprare 12 bottiglie contenente acqua termale sulfurea direttamente in farmacia, alle terme o sul web.

4. Rimedi cefalea da cervicale 

Curare il mal di testa cervicale con le Manipolazioni vertebrali




Sto giusto facendo delle sedute osteopatiche per dolori cervicali (anni fa sono stata tamponata in auto e il colpo di frusta ha lasciato il suo segno).
Per alcune persone una seduta chiropratica, o da un osteopata iscritto al ROI, può essere una soluzione definitiva per risolvere il problema.
Anche l'agopuntura annovera successi nel risolvere il mal di testa ma non nel mio caso: probabilmente è più indicata per le cefalee muscolo tensive.
Non ho intrapreso le sedute dall'osteopata per curare la cefalea ma se dovesse migliorare questo disturbo, lo segnalerò.

Consiglio questa soluzione alle persone che hanno subito traumi, incidenti, a chi fa un lavoro molto pesante fisicamente... in quanto una sublussazione vertebrale può causare, anche molti anni dopo dall'incidente, problemi viscerali, muscolari, danni al sistema nervoso e dolori alla schiena, spalle, nuca e testa.
Se ti interessa approfondire ricerca nel web Osteopatia e mal di testa o chiropratica e cefalea (+ nome della tua città/provincia).


5. Come curare il mal di testa senza farmaci 

Curare il mal di testa senza medicine



I rimedi più usati per chi non vuole abusare dei farmaci sono integratori mirati a prevenire il mal di testa, ridurne l'intensità o la frequenza e sono:

  • Partenio: è uno dei primi rimedi che danno in erboristeria per curare la cefalea ma personalmente non mi ha portato alcun beneficio. Prendevo delle gocce di tintura madre ma non hanno fatto effetto. C'è anche in versione integratore abbinato con lo Zenzero, non l'ho testato e forse in questa formula è più efficace.
  • Zenzero: ha diverse proprietà benefiche ma quella correlata al mal di testa riguarda il beneficio che porta alla circolazione sanguigna e ai vasi sanguigni. Qualche riga sotto puoi leggere come preparare una bevanda a base di zenzero da bere ogni mattina appena svegli.
  • Vitamina B2: l'integrazione è usata come profilassi per ridurre le crisi emicraniche ed è indicata per aumentare l'ossigenazione cellulare probabile causa di alcuni tipi di emicranie. Leggi di più al paragrafo 6.
  • Magnesio: è utile per la cefalea muscolo-tensiva funziona come un miorilassante. La somministrazione più efficace avviene sciogliendo la polvere di magnesio in un bicchiere di acqua tiepida. Attenzione con le dosi in quanto il magnesio ha anche un potere lassativo. In caso preferissi le compresse prendile accompagnate da un liquido caldo.
  • 5-HTP /Semi di Griffonia: questo integratore è utile per prevenire le cefalee causate da malassorbimento o sbalzi di serotonina. Aiuta nel mantenere i livelli fisiologici di questo neurotrasmettitore a livello cerebrale. Utile anche per migliorare i problemi di insonnia naturalmente. 

BEVANDA DI ZENZERO

Il classico rimedio della nonna è una bevanda facile da preparare che vale la pena integrare nella nostra dieta quotidiana.
Gli ingredienti sono semplici e facili da reperire:

  • Zenzero fresco o essiccato
  • Miele
  • Limone

Preparala così:

Una punta di Zenzero macinato sciolto in acqua calda insieme ad un cucchiaio di miele italiano biologico e il succo di limone. Nel mio caso non porta beneficio ad un attacco in corso ma l'uso quotidiano riduce l'intensità degli attacchi. L'unico avvertimento è quello di berlo ogni mattina appena svegli a stomaco vuoto. Dopo un mese potrai valutare l'efficacia o meno della bevanda.

Lo Zenzero fra l'altro è ottimo per chi a problemi di stomaco: nausea e problemi digestivi.

Se preferisci la comodità puoi provare a sostituire la bevanda con un integratore a base di polvere di zenzero essiccato.


6. Integratori per emicrania




Come dicevo poco sopra, un integratori indicato per curare il mal di testa naturalmente è la vitamina B2, chiamata anche Riboflavina. È usata come profilassi per ridurre le crisi emicraniche ed è indicata per aumentare l'ossigenazione cellulare che pare sia carente in chi ha spesso attacchi di cefalea. La dose minima consigliata è di di 400 mg/die di riboflavina al giorno.
Puoi anche integrarla a tavola: gli alimenti ricchi di vitamina B2 sono il lievito di birra, il latte, il bianco dell'uovo, pesce, carne, vegetali a foglia verde.
Uno dei tanti sintomi da carenza è percepire una sensazione di fastidio agli occhi, bruciore, affaticamento, fotofobia e cefalea...

Curare il mal di testa in modo naturale è possibile ma non è un processo veloce per cui consiglio di non abbandonare la cura dopo pochi giorni ma di integrarla, eventualmente, all'uso dei farmaci per contrastare l'attacco acuto e doloroso. Continuare la cura naturale può avere dei benefici diminuendo l'intensità o il numero di attacchi mensili.

1. Uso la vitamina B2. QUI puoi leggere la mia recensione e anche altre testimonianze in inglese (clicca il link e vai a fondo pagina).

2. Se il tuo mal di testa trova beneficio assumendo antinfiammatori, come l'aspirina, puoi provare una soluzione naturale, alternativa al farmaco chimico, che ha alte concentrazioni di acido acetilsalicilico spesso corrosivo della mucosa gastrica.
L'integratore naturale è a base di corteccia di salice bianco.
Il salice bianco ha un effetto più blando del farmaco, non è indicato negli attacchi acuti ma può essere preso tutti i giorni come preventivo senza ledere o irritare lo stomaco. Un uso costante può prevenire le cefalee bloccandole prima che si manifestino. Non è indicato per le donne in gravidanza, per chi ha problemi di coagulazione o prende altri farmaci.

DA SAPERE: Gli integratori non sono farmaci, sono estratti naturali e di solito hanno pochi effetti collaterali. Ad ogni modo reazioni allergiche o fastidi possono insorgere in alcuni soggetti per cui consiglio sempre di chiedere al proprio dottore che conosce la tua storia clinica, o al farmacista, se sei idoneo all'assunzione di uno specifico integratore.



7. Rimedi naturali: mal di testa e caffè




Lo sapevi che la bevanda alla cola (meglio conosciuta come coca cola) è stata creata per curare la cefalea?
Era uno sciroppo contenente caffeina, acqua non gassata, zucchero, caramello ed estratti naturali di foglie di coca e noci di cola.

Il caffè è vasodilatatore o vasocostrittore? 

Il caffè e la caffeina in genere ha un potere vasocostrittore a livello cerebrale mentre funziona da vasodilatatore in tutti gli altri tessuti dell'organismo (cuore, polmoni...) ecco perchè la caffeina è usata in molti farmaci antiemicranici.






8. Cefalea rimedi omeopatici 




L'omeopatia si avvale di vari rimedi per curare diversi mal di testa, i più noti sono:


  • Actaea racemosa 7 ch (provato ma su di me non ha funzionato)
  • Silicea 30 ch: non risolve un mal di testa in atto ma usandolo quotidianamente ho notato che riduce l'intensità degli attacchi.
  • Belladonna 7ch: È indicato nelle forme acute, nelle cefalee a grappolo e nelle emicranie con dolore al lato destro. 
  • Kalium phosphoricum usato nei mal di testa accompagnati da vertigini, sensibilità al tocco e ai rumori. Indicato per le cefalee dovute da stanchezza.
  • Gelsemium indicato per le cefalee che si irradiano ai muscoli del collo, spalle e occhi con visione offuscata o poco nitida.
Come si assumono gli omeopatici?

Per mia esperienza 5 granuli 2 volte al giorno, grani da far sciogliere sotto la lingua lontano dai pasti. Evitare di consumare liquirizia e menta (compreso il dentifricio) prima di usare il rimedio omeopatico. Per essere sicuri delle dosi più indicate, chiedere conferma al proprio curante o al farmacista.




9. Antidolorifici per emicrania

Mal di testa farmaco migliore




Qui di seguito alcuni farmaci usati, o prescritti dai dottori, per alleviare il mal di testa:
  • Aspirina
  • Tachicaf
  • Tachidol
  • Difmetrè,
  • Orudis
  • Maxalt
  • Synflex forte 500
  • Contramal

Con l'uso degli antinfiammatori è d'obbligo un gastroprotettore in modo da non lesionare la mucosa gastrica (evitati fastidiose gastriti o, peggio, ulcere sanguinanti).







Mal di testa: farmaci opinioni ed esperienza



Io inizialmente trovavo benefico con una semplice aspirina ma mi creava gastrite.
I farmaci antinfiammatori in generale o il più noto ibuprofene (moment, brufen...) non mi fanno molto effetto.

Curare il mal di testa cronico (attacchi più volte al mese) con gli antiinfiammatori non è la soluzione migliore ma è indicato solo per usi occasionali.
L'uso continuo di antinfiammatori crea problemi allo stomaco (gastrite o l'ulcera nel peggiore dei casi) e l'abuso crea un peggioramento degli attacchi di mal di testa (cefalea da rimbalzo).

Personalmente dopo aver studiato il mio caso, parlandone con il medico, ho provato un Triptano con buoni risultati.

Il Triptano non agisce velocemente e NON è un preventivo della cefalea (nel senso che non cura il mal di testa prima che arrivi).
Nel mio caso fa più effetto a stomaco vuoto: ne prendo mezza pastiglia e dopo 1 ora precisa il mal di testa diminuisce per poi sparire completamente.
Non risento di effetti collaterali particolari anche perchè non uso la dose intera consigliata.

MOIRA TIPS: Se non hai mai preso un triptano in via tua, e non sai che effetto ti possa fare, incomincia con una dose dimezzata (soprattutto se pesi meno di 50 chili). In caso non funzionasse o non notassi nessun effetto fastidioso puoi, dopo 1h, prendere anche l'altra mezza pastiglia.

Il Triptano deve essere prescritto da un medico e non è consigliato a chi fa uso di estrogeni chimici (come nei contraccettivi orali) per non incrementare il rischio di trombosi.
I principi attivi del Triptano agiscono sull’attività nervosa influenzando i livelli di serotonina.



PREVENIRE il MAL DI TESTA



Cerca di capire la causa del tuo mal di testa andando per esclusione.
Usa i farmaci al momento dell'attacco acuto ma cerca una cura naturale alternativa per prevenire il mal di testa, una cura che sul medio lungo tempo sia efficace per ridurre l'intensità dei tuoi attacchi, ridurli o farli scomparire del tutto.

Testa vari integratori e terapie alternative. Usale per il giusto tempo (non pretendere miracoli in 2 giorni) e segnati su un diario gli effetti positivi o negativi.
Continua se fa bene, scartalo se non ti dà beneficio e passa al successivo.

Per mal di testa molto forti che impediscono di alzarsi dal letto o di svolgere qualsiasi attività, per gli attacchi intensi ripetuti diversi giorni al mese è consigliato fare una visita neurologica presso un centro cefalee presente negli ospedali o cliniche private. Dopo aver escluso altri fattori verrà prescritto un farmaco di profilassi classico, di solito un beta bloccante. Questa è la soluzione per gravi cefalee ma niente ti impedisce di testare altre terapie alternative anche quelle sperimentali (magari se raccolgo abbastanza informazioni, più avanti farò un articolo mirato alle nuove cure per trattare la cefalea).


Conclusioni:


Non arrenderti e cerca una soluzione idonea per te.
Tenere un diario delle cefalee può essere utile per capire se ci sono dei fattori ricorrenti che possono scatenare il mal di testa. Per esempio puoi scoprire che ogni volta che mangi un certo alimento poi ti viene mal di testa (uova, cibi pesanti o fritti...), dopo aver guidato per diverse ore, viaggiato in aereo o usato troppo il PC.
Anche le Cefalea da gastrite o da allergie da cibi non è così insolita. Bisogna fare una dieta di almeno 21 giorni senza un determinato alimento (21 giorni senza glutine o 21 giorni senza uova...) e valutare se il mal di testa è diminuito o hai avuto meno attacchi.

Se ti va lascia pure un commento: qualsiasi consiglio o esperienza è sempre ben accetta.

Se trovi che questo articolo contenga informazioni utili, non esitare e condividilo. Sii generoso, il popolo degli emicranici è numeroso (può essere che tu ne conosca diversi o tu stesso ne soffra)... se si può portare beneficio a qualcuno ben venga. Mai lasciare qualcosa di intentato. Grazie.


Ottobre 2016

Nessun commento :
Posta un commento

NOTA: I commenti NON sono visibili immediatamente.

Per ricevere le notifiche delle risposte lasciate al tuo commento spunta la voce "INVIAMI NOTIFICHE" (visibile sotto il tasto "ESCI").
In caso non ricevessi la notifica ritorna a vedere se ti ho risposto.

SPAM is blocked.

Search Engine Yandex.Metrica