AVERE SUCCESSO: Dove ti perdi? 9 motivi che ti impediscono di raggiungerlo.

Come diventare una persona di successo lavorando sui punti in cui si è meno forti. Scopri i 9 motivi per cui ancora non riesci a raggiungere i tuoi obiettivi e avere successo in qualsiasi campo.




crescita personale
diventare una persona di successo
Ognuno nel suo piccolo angolo di mondo ambisce a essere o diventare una persona di successo, (qualsiasi cosa voglia dire per te la parola successo).
A volte però ci aggiriamo nella nebbia inseguendo obiettivi non nostri, iniziamo 100 cose e non ne portiamo a termine nessuna oppure cediamo poco dopo per mancanza di motivazione.

Un atteggiamento rinunciatario, abitudini nocive o una impostazione mentale sbagliata spesso ci allontana dall'avere successo. 
Ho passato anni a brancolare nel buio, non sapendo bene che cosa fare della mia vita, tante idee ma nessuna azione concreta. I classici buoni propositi generici ad inizio anno e un brindisi per propiziarmi la fortuna sperando che la mia vita prendesse il giusto percorso.. così... per magia.
Se ti ritrovi sappi che questo mancato successo non è dovuto a stupidità, non è svogliatezza o pigrizia (o comunque non sempre lo è) a volte è solo una incapacità nel comprendere come agire.

Da questa autoanalisi è nato questo articolo.
Qui di seguito elencherò i 9 motivi che, di solito, impediscono alla maggior parte delle persone di ottenere quello che vuole.
Vederli scritti nero su bianco li renderà più chiari in modo da riconoscere il proprio punto debole, lavorarci sopra e... iniziare subito a prendere il giusto sentiero per avere successo.

9 Motivi che ti impediscono di AVERE SUCCESSO




1- Porsi un obiettivo troppo vago.



Dirsi: "voglio avere successo, diventare ricco, voglio dimagrire, imparare l'inglese" è un modo di formulare un desiderio troppo vago e generico. Non è il modo più efficace per perseguire con successo il proprio obiettivo.
È necessario sapere cosa si vuole, det-ta-glia-ta-men-te.

Come risolvere?
Prendi un foglio e sostituisci il tuo desiderio generico: "voglio diventare ricco, voglio dimagrire, voglio imparare l'inglese, avere successo", o quello che credi, con una frase più specifica (per esempio voglio guadagnare 1500 euro al mese senza lavorare come dipendente).
Ogni riferimento autobiografico è puramente casuale ;)

Diventare Ricco è troppo generico. Scopri e definisci cos'è per te la ricchezza e smetterai di sperare di vincere al SuperEnalotto visto che ogni giorno farai qualcosa per raggiungere il tuo obiettivo (vabbè 'na speranza tienila ugualmente, senza ossessione).
Dire Studiare l'inglese, è troppo generico. Definisci meglio cosa vuoi fare per impararlo (per esempio imparare 5 nuovi vocaboli al giorno o conversare in inglese 2 ore alla settimana... )

Un altro aiuto per avere successo nel raggiungere il proprio traguardo è capire qual è il desiderio dietro il "voglio diventare ricco, voglio imparare l'inglese ecc..."

Traduci il voglio diventare ricco con:
soldi = più libertà per coltivare i miei hobby,
soldi = voglio lasciare un lavoro che non mi soddisfa...
Trasforma il voglio dimagrire con: voglio fare una rampa di scale senza avere il fiatone, voglio entrare in quel vestito taglia 42, voglio conquistare Tizio...


2- Non pianificare come raggiungere il tuo obiettivo.

Scelto il tuo obiettivo dettagliato scrivi in che modo, realisticamente, puoi ottenerlo.

Cosa posso imparare a fare di utile per raggiungere il mio obiettivo?

Quando lo posso fare? (Prendi la tua agenda e, tra i vari impegni, trova il momento in cui puoi dedicare tempo alla realizzazione del tuo progetto.)

Per esempio: decidi in anticipo che ogni Mercoledì andrai a correre 30 minuti, che ogni Lunedì e giovedì mangerai solo pollo e insalata.
Che la settimana dal 1 al 15 marzo organizzerai le ferie annuali per te o tutta la famiglia.
Che ogni giorno leggerai almeno 20 minuti dei libri utili per imparare a fare quella tal cosa che ti verrà utile per la tua indipendenza economica...
Non sottovalutare questa pianificazione strategica perché aumenta notevolmente le probabilità di avere successo.
Da quando mi sono imposta di scrivere nero su bianco quello che dovevo fare e riscriverlo finchè non lo avrei fatto o cancellato dalla lista per "perdita di interesse" o di priorità, le mie performance sono aumentate. Sono più concreta e porto a termine molti più compiti di quando non programmo la mia settimana.
Ecco... ogni tanto mi perdo ma in linea di massima i risultati si vedono.

3- Non dividere l'obiettivo in tanti traguardi da raggiungere.


Per tenere alta la motivazione nel raggiungere il tuo obiettivo è necessario scomporlo in mini traguardi. Molti obiettivi sono ambiziosi per cui si raggiungono sul medio-lungo termine e si sa che immaginare di "faticare in silenzio a testa bassa" per 10 anni demotiverebbe chiunque.
Se vuoi perdere 15 chili probabilmente dopo 2 mesi mollerai la presa se vedi che hai perso solo 1 chilo, basta un attimo di sconforto, una calo della motivazione e bang... addio a tutto.

Dividi il tuo obiettivo in mini-obiettivi, metti il foglio in bella vista, leggilo spesso e quanto raggiungi il tuo mini-obiettivo mettici una bella X rossa e festeggia come più di piace.
Poi, ricaricato e con un pizzico di autostima in più, continua, con il prossimo step, verso il tuo percorso per avere successo.
Io mi sono data tanti piccoli obiettivi che ad un certo punto mi sono accorta che continuavo a festeggiare per averli raggiunti che mi son detta..ma come facevo prima che era tutto una sofferenza? Una lunga tirata senza soddisfazioni!
Incredibile come dividere l'obiettivo in tanti sotto obiettivi possa tenere alta la motivazione e accrescere l'autostima.


4- Non imparare niente di nuovo.


Nessuno nasce imparato. Il nostro cervello è una macchina meravigliosa ma sotto-usata. Abbiamo una Ferrari e la usiamo per andare in una strada di paese a 30 all'ora!

Osa, se non sai fare qualcosa puoi sempre imparare. Alcuni faranno più fatica ma facendo si impara sempre. Non trincerarti dietro la bassa autostima che potresti avere di te stesso.

Io di solito quando voglio imparare qualcosa di nuovo, per motivarmi, mi guardo in giro tra i miei contatti cercando una persona che mi sta giusto un po' sulle ovaie e che sa fare qualcosa che io non so fare. Spinta dal moto di orgoglio penso "miiiiii se lo fa quella lì, posso farlo anch'io" e parto, sbaglio, provo, sperimento, riprovo... riguardo in faccia l'antipaticona/e, mi ricarico e continuo finché non arrivo al mio obiettivo.
^_^ so' strana lo so... devo sempre trovare una sfida.

Il trucco opposto, ma pur sempre valido, sta nel prendere qualcuno che apprezzi come esempio di vita, qualcuno che ha fatto ciò che vuoi fare tu partendo dalla tua condizione.
Attenzione! Non cadere nel tranello del confronto perché l'obiettivo non è essere migliore di lui/lei ma quello di superare te stesso, ogni giorno.

Io lo applico con il mio blog. Seguo diversi Big blogger e dico... da grande voglio arrivare allo stesso risultato di lui/lei.

5- Non credere in se stessi.



aumentare l'autostimaSe hai sempre mollato tutto ciò che hai intrapreso, se ti hanno sempre detto che sei stupito, molto probabilmente non crederai molto in te stesso.
Lavorare su questo punto è molto importante perché, perseguendo i tuoi obiettivi, spesso sarai solo. Tu come unico sostegno, tu che ti motiverai... Questa è la prospettiva migliore perché spesso oltre che sostenere te stesso dovrai difenderti dalle idee del tuo ambiente (amici, parenti, colleghi), i loro limiti e le loro paure.

L'autostima è un lavoro e per accrescerla devi necessariamente allenare la tua forza di volontà dandoti dei piccoli obiettivi e raggiungendoli, per esempio:
alzarti 30 minuti prima il mattino per lavorare al tuo progetto, 
leggere per 20 minuti al giorno temi inerenti al tuo progetto, 
risparmiare 200 euro al mese, 
imparare 5 nuovi vocaboli di inglese al giorno, 
Fumare una sigaretta in meno alla settimana rispetto alla settimana precedente... dipende da cosa vuoi ottenere.

Fatto questo, la tua autostima migliorerà perché ti stai inconsciamente dicendo: sono affidabile, rispetto i miei compiti, controllo la pigrizia, sono il padrone della mia mente. Provare per credere. Quando superi le prime sfide poi sarai sempre più motivato e sicuro di te stesso e potrai alzare il tiro.

Sono molto orgogliosa di avere creduto e "finanziato" le mie idee. Ho iniziato questo percorso nel 2014 e tutt'ora è in atto. I risultati si vedono e questo mi aiuta a continuare a perseguire i miei obiettivi o seguirne di nuovi.


6- Voler cambiare tutto e subito.


Di solito questi moti "da oggi cambio vita" sono i propositi che si fanno a inizio anno o inizio estate. Ti trovi un giorno particolarmente entusiasta e decidi di: smettere di fumare, correre 1 ore al giorno, perdere 5 chili, studiare l'inglese e aprire un nuovo business.
Ma davvero? Ma quanto pensi che possa funzionare? Te lo dico io. 1 mese, massimo 3 se sei tenace.
Non caricarti di troppi carichi. Focalizzati su un solo obiettivo e persegui quello finché non ottieni ciò che vuoi o comunque non è diventato un'abitudine e poi... passa al secondo.

Questo per una multitasking seriale come me è il punto più ostico da seguire. Qui mi ci vorrebbe un guru che mi riporti sulla retta via ogni volta che parto per la tangente. Ogni tanto mi perdo dietro 100 cose e ovviamente perdo la focalizzazione sull'unica che dovrei perseguire.

Scrivi le tue priorità. È più importante smettere di fumare o imparare l'inglese? È più importante trovare più tempo per seguire il tuo nuovo business o correre ogni sera?
Se proprio vuoi cambiare vari aspetti, scegline massimo 2 e imposta i giorni prescelti oppure il tempo che dedicherai ad ogni attività. Martedì e Giovedì corsa di 30 minuti, sabato mattina 2 ore per i pianificare il tuo progetto ecc...
Per avere successo è necessario pianificare le nostre azioni.


7- Pensare a quello che NON si vuole più di quello che si vuole.


Lamentarti da mattina a sera che la tua vita fa schifo, il tuo paese non ti piace, le persone non ti capiscono... diciamocelo, questo atteggiamento non ti porta da nessuna parte se non ad avere un travaso di bile e un alone di solitudine intorno a te.
Okay, ci sta lo sfogo... 10 minuti.
Poi incomincia a sezionare la tua vita e a chiederti:
Come posso cambiare questa situazione per me negativa in qualcosa di positivo?
Come posso ottenere questo o quello?
Permetti alla tua testa di essere creativa, non censurarti. Incentrarti più sul creare e costruire e meno sul distruggere e disprezzare e vedrai che piano piano cambierai ogni cosa.
Una cosa alla volta e tra tot. anni la tua vita sognata potrebbe diventare realtà, se ti impegni a trasformarla day by day.

Cambia la tua mentalità e cambierai il tuo mondo.


8- Pensare troppo e NON agire.


Va bene informarsi. Ci sta studiare e definire tutto... ma il modo migliore per imparare è FARE. Se pensi troppo ad un progetto, sei pignolo e curi tutti i dettagli rischi di esaurirti prima ancora di cominciare.
Informati un po', fai un business plan per vedere la fattibilità e poi parti.

Questo Blog non sarebbe mai partito se avessi aspettato di imparare tutto: Copywrite, codice html, conoscenza della Seo, la  miglior piattaforma ecc... Sono partita con un tasso di conoscenza pari a zero, e man mano studio. Nel giro di pochi mesi ho imparato cose che non sapevo fare, davanti a un nuovo problema cerco la soluzione.

Idem con l'appartamento alle Canarie, ad un certo punto mi son detta: "o lo compri o lasci perdere". Non ci sono certezze né di successo né di fallimento per il progetto che hai in mente. Parti e man mano vedi che succede.

Ovviamente non devi essere sprovveduto, raccogliere un po' di informazioni e normale ma poi bisogna AGIRE.  Prima di fare un investimento di un certo livello pensa a cosa succederebbe in caso di fallimento. Puoi permetterlo? Puoi ammortizzare le perdite?
Se la risposta è sì ... buttati che è morbido!


9- Non concedersi di sbagliare.



Questa idea del fallimento terrorizza gli italiani tanto da paralizzarli.
Sbagliare è talmente normale e naturale che dovrebbe essere messo in "agenda" come uno dei tanti punti da toccare per il raggiungimento del tuo obiettivo. Ci sta. L'importante è imparare dai propri errori.
Il percorso verso il successo non è lineare ma assomiglia di più a delle montagne russe. A volte sei ossessionato e concentrato a volte non hai voglia. Okay.
Invece di cambiare strategia, di trovare una motivazione più forte.... si cede. Il vero fallimento è mollare.

Il successo sta nel percorso non solo nel raggiungere l'obiettivo


Conclusioni 



Per quel che mi riguarda i punti su cui ho dovuto lavorare di più sono stati l'8 e il 9.
Da quando ho capito dove mi arenavo, ho provato a cambiare strategia e sono molto soddisfatta d'averlo fatto.

E per te?
Quali sono i punti che ti fermano dall'avere successo e raggiunge gli obiettivi prefissati?
Su quali punti devi lavorare di più?
Se ti va, fammelo sapere usando l'area commenti.

Conosci un amico che necessita di una spintarella per organizzare e raggiungere i suoi obiettivi?
Aiutalo a chiarirsi le idee condividendo l'articolo, Thanks ;)


luglio 2015
Nessun commento :
Posta un commento

NOTA:
1.Aggiungi un nome o firmati, per cortesia, parlare con un "Anonimo" non è il massimo.
2. I commenti NON sono visibili immediatamente.
3. Per ricevere le notifiche delle risposte lasciate al tuo commento spunta la voce "INVIAMI NOTIFICHE" (visibile sotto il tasto "ESCI").
In caso non ricevessi la notifica ritorna ogni tanto a vedere se ti ho risposto.

SPAM is blocked.

Search Engine Yandex.Metrica