FARE una DIETA DEPURATIVA prima o dopo le vacanze: come organizzarsi, cosa comprare.

Tra pochi giorni partirai per le vacanze ma non sei al massimo della forma?
Vuoi fare una dieta depurativa dopo una vacanza in cui hai ecceduto con la golosità?
Vuoi perdere qualche chilo prima della vacanze estive, per la prova costume o solo riattivare il metabolismo rallentato dagli stravizi invernali?
Se ti senti stanco, una strana sonnolenza ti accompagna dopo aver mangiato, non digerisci bene, la tua pancia borbotta ed è gonfia... probabilmente ti serve una dieta efficace, veloce, facile, depurativa e fai da te.
Oggi in questo articolo spiegherò come:

  • Pianificare una dieta efficace finalizzata al successo.
  • Capire il motivo per cui s'ingrassa.
  • Trovare dei supporti psicologici-tecnologi per fare una dieta efficace.
  • Cosa comprare per affrontare una dieta depurativa e disinfiammante di 3 giorni (pre e post vacanza).
  • Adottare piccoli accorgimenti durante i pasti per favorire il senso si sazietà.
  • Calcolare il tuo fabbisogno calorico giornaliero.
  • Calcolare attraverso il "test di Barnes" la funzionalità della tua tiroide.


Spesso per migliorare la situazione velocemente prima o dopo un viaggio è sufficiente fare una dieta depurativa che aiuti il fegato a lavorare meglio. In caso tu abbia poco tempo, prima di partire per la vacanza o rientrare al lavoro, sappi che puoi ottenere dei risultati con una dieta di 3 giorni.

NOTA: Se ti interessa solo una dieta depurativa di 3 giorni, disinfiammante e fai da te, clicca qui. Se invece ti interessa scoprire qualcosa di più sulla dieta, come seguirla in modo efficace, i link ai vari siti inerenti, applicazioni ecc… continua a leggere senza saltare niente.

Una DIETA EFFICACE significa DIETA ORGANIZZATA


Sia che la dieta sia corta o lunga, per evitare di partire in modo disorganizzato, è bene che tu spenda un paio d’ore per preparare tutto al meglio. Il segreto per perseguire una dieta alimentare con successo sta nel pianificarla in anticipo, se non lo farai molto probabilmente al primo intoppo rischierai di cedere subito.

Come pianificare una dieta efficace finalizzata al successo



  1. Per prima cosa scrivi qual è il tuo obiettivo (per esempio: voglio perdere 5 chili entro 4 mesi oppure disinfiammare l'intestino prima o dopo un viaggio).
  2. Secondariamente scrivi tutto quello che devi fare per raggiungere il risultato: piano d’azione (che attività sportiva integrare, cibi da mangiare o da ridurre, nuove abitudini... )
  3. Trova una dieta alimentare che non sia troppo castrante. Se inizi una dieta che già mentalmente ti stanca e la percepisci come una dieta tremenda, troppo privante o debilitante, quanto credi che possa durare prima di gettare la spugna? Non c’è bisogno per forza di ridursi a sedano e carote o limitarti in modo estremo. Molte volte è meglio non privarsi di niente ma solo ridurre la quantità di alcuni alimenti aumentandone altri, bilanciare la dieta a favore di frutta e verdura senza togliere totalmente i carboidrati ma solo riducendoli nelle porzioni. Una dieta che non fai fatica a mantenere è più facile da perseguire e anche se non darà risultati immediati (in poche settimane), alla lunga sarà comunque più efficace di una dieta drastica ma interrotta dopo poco tempo (dove a causa della frustrazione per aver fallito, ricomincerai ad abbuffarti.)
  4. Capire il motivo per cui si ingrassa: Se mangi normalmente e ti muovi abbastanza durante il giorno (camminando, ballando e facendo un lavoro non sedentario) è difficile ingrassare, se accade vuol dire che: 

  • Mangi male,
  • Associ male gli alimenti,
  • Mangi troppo per il tuo fabbisogno giornaliero (link per il calcolo)
  • Hai un problema ormonale.


Per esempio se la tua tiroide non funziona come dovrebbe, puoi anche mangiare pane e acqua ma il problema non si risolverebbe. Se hai dei sospetti a riguardo o vuoi riequilibrare il tuo assetto ormonale ti consiglio di consultare un endocrinologo o un dietologo.
Se non hai nessun problema ormonale e il tuo sovrappeso è dovuto solo da cattive abitudini alimentari, un nutrizionista può consigliarti delle efficaci associazioni di cibi aiutandoti nello stilare la dieta più idonea per te.

Potrebbe interessarti questo libro: Ipotiroidismo. Un'emergenza ignorata. Come riconoscere e trattare il più diffuso disturbo della tiroide.
In questo libro, che ho letto, ci sono tante informazioni utili e vari test da fare per capire se si hanno problemi di squilibri ormonali. Per esempio puoi capire se la tiroide funziona bene facendo un semplice TEST fai-da-te gratuito chiamato "test della temperatura di Barnes". A questo link c'è tutta la procedura da seguire.

Integratore naturale per riattivare una tiroide ipofunzionante 250 cpr (chiedi al tuo dottore).

La difficoltà nel “fare una dieta” è la fase iniziale perché si devono:
  1. Cambiare abitudini (l’abitudine di mangiare certi alimenti rispetto ad altri),
  2. Ritagliarsi un po' di tempo per organizzare i pasti: cosa comprare, cosa evitare, come cucinare.
Bisogna essere sinceri con se stessi, se la dieta che pensi di fare è lunga e l’obiettivo è piuttosto ambizioso, se sai che da solo fallirai, se hai già ceduto altre volte è bene chiedere aiuto ad un professionista: un Diet coach che ti segua nel percorso, ti sproni, ti indirizzi e ti supporti nei momenti di debolezza.


Supporti psicologici-tecnologi per fare una dieta efficace


Se non puoi permetterti un Diet Coach o preferisci il fai da te, ci sono vari metodi simpatici e utili che ti possono aiutare nel raggiungere il tuo obiettivo:

  1. Il primo è quello di iscriversi su Facebook e trovare una comunità di Amici di dieta. Un gruppo di persone che stanno seguendo come te una dieta e che si supportano a vicenda.
  2. Un'altra cosa utile è scaricare una APP dal tablet/smarthphone che ti possa aiutare nel perseguire con successo una dieta efficace fai-da-te annotando i tuoi obiettivi e risultati. Ce ne sono diverse sul Google Play in versione gratuita, qui la lista, scegli la più idonea per te.

Se vuoi affidarti al fai da te, dopo aver calcolato il tuo fabbisogno giornaliero, puoi comprare un libro o cercare in internet dei blog di cucina contenenti spunti per ricette light.
Scoprirai che si può mangiare di tutto ma con moderazione. Alcuni alimenti si possono perfino mangiare in gran quantità, utili in qualsiasi momento ti venga un attacco di fame. In questo modo la dieta non sarà più percepita come una privazione ma diventerà solamente un integrare nella tua vita nuove abitudini più salutari. Il segreto di una dieta efficace sta tutto qui.





DIETA DEPURATIVA DI 3 GIORNI



Oggi, pensando al tuo viaggio imminente, proporrò una semplice dieta depurativa di scarto per attivare il fegato, disinfiammare l’apparato digerente e partire senza disturbi.

Il mio consiglio è di fare una dieta veloce di 3 giorni senza introdurre alimenti che contengono lievito (pane, pizza, biscotti… ) e lattosio avendo notato che questi sono gli alimenti che creano più problemi a molte persone che conosco.
Se ti senti ben predisposto escludi pure gli alimenti con il glutine (principalmente la pasta) oppure fallo in un secondo momento.
Solo 3 giorni dai! Ce la puoi fare.
È meglio organizzare tutto prima dell’inizio della dieta depurativa, per renderla veramente efficace, altrimenti in preda alla fame, alla fretta e alla mala-organizzazione finirai per mangiare quello che trovi e… nun va bene!

Dieta efficace: Lista della spesa


Per la dieta veloce di 3 giorni ti servono:

  • 3 colazioni
  • 3 pranzi
  • 3 cene
  • 3/6 spuntini


Se non hai idee su cosa cucinare, puoi cercare in internet ricette alternative oppure puoi prendere un libro di cucina specializzato dove trovare ricette gustose senza utilizzare gli alimenti che vuoi scartare.
Per aiutarti con la preparazione dei pasti e per avere qualche idea su cosa cucinare, ti invio a questo sito in cui puoi scegliere tra tante ricette senza latte, senza lattosio, senza lievito, senza glutine, vegetariane, senza soia, senza uova.

NOTA: Guarda bene gli ingredienti scritti sulle confezioni. Lo sapevi che anche nel prosciutto cotto può esserci il lattosio? Impensabile vero? Eppure bisogna fare attenzione e spendere due minuti leggendo gli ingredienti di cui è composto l’alimento.






DIETA ANTI FRETTA E ANTI PIGRIZIA


Se sei sempre di fretta e un po' pigro (ehm… va be dai lo ammetto, solo un pochetto) è meglio ingannare l’indole malefica e comprare prodotti già fatti; dei salvagenti che ti permettano di seguire la dieta depurativa in modo efficace, perché in caso di fame avrai sempre qualcosa di pronto da sgranocchiare.

Trucco facilita vita: Nei supermercati c’è di solito un reparto di alimenti dietetici dove trovi tanti prodotti senza aggiunta di uova, lattosio, lievito, glutine… c’è di tutto dalle fette biscottate, piadine senza lievito alla birra senza glutine. Scegli quello che fa per te.

Una volta rifornito il frigo, l’altro modo per rafforzare l’efficacia del tuo proposito è quello di:
Buttare, nascondere o regalare gli alimenti che potrebbero farti cadere in tentazione.
Ti conosco bene! Lontano dagli occhi, lontano dalla bocca.

Una dieta efficace rischia il fallimento se non si analizzano gli impegni sociali quindi:
Scegli e segna i giorni sul calendario in cui pensi di iniziare la dieta depurativa.
Mi raccomando scegli con criterio. Non segnare date impegnative dove già sai che ci sarà una festa di compleanno, una cena con gli amici (e poi chi resiste alla pizza, all'aperitivo e al dolce).
A meno che tu non voglia testare la tua tenacia, evita.
Non mi dire che non ti è mai capitato che, nel preciso momento in cui decidi di fare una dieta, piombano inviti a destra e a manca e, non si sa come, ti ritrovi sempre di fianco l’amico (stronzo) che ti dice: “Su dai! Prendi una fetta di torta che vuoi che sia?! Non sai che ti perdi, la crema si scioglie in bocca.”… No! Mettigli un calzino in bocca! (Possibilmente usato).
Scegli le date più idonee e sii ligio in quei 3 giorni.

COSA MANGIARE DURANTE UNA DIETA DEPURATIVA


È sempre meglio farsi aiutare da un dottore ma comunque sia, niente mi vieta di scriverti ciò che uso io (non tanto per dimagrire, perché sono già slim, ma per aiutare il mio fisico dopo un viaggio in cui per mancanza di alternative ho mangiato male, nei fast food, on the run... insomma urge una dieta depurativa!).

Colazione depurativa:

Io ho cominciato ad usare il The verde in sostituzione del cappuccino o del caffè che comunque da la stessa carica e in più è amico del muscolo cardiaco: il cuore.
La letteratura medica dice che: “Bere Tè verde protegge dalle malattie cardiovascolari riducendo i livelli di colesterolo LDL e di trigliceridi. Accelera il metabolismo e fa fare tanta plin plin, aumentando la diuresi.”
Sul cuore non posso verificare personalmente ma sulla diuresi confermo l’effetto.
Per chi come me è sensibile alla caffeina o teina, è meglio comprare un the verde deteinato e, se volete osare, metteteci una punta di polvere di curcuma (al supermercato nel reparto spezie); oltre ad avere un effetto anti-ossidante preso a piccole dosi aiuta l’intestino contrastando disturbi come meteorismo, dispepsia e colon irritabile. Proprio quello che ci ha indotto a far la dieta (in caso non ti piaccia il sapore della curcuma opta per lo zenzero in polvere.)

Al mattino possiamo concederci di più. Abbiamo bisogno di energia e abbiamo tempo di smaltire le calorie durante tutta la giornata. Puoi spaziare tra frutta, infusi, noci, se fai un lavoro sedentario oppure una colazione più robusta se fai un lavoro fisicamente intenso: piadina senza lievito con crudo o cotto e uova. L'importante è bere di più per aumentare l'effetto depurativo.

Pranzo fuori casa/contorni:

ricette per dieta depurativaUna bella insalata gustosa.
Fermo lì! Riaccendi il PC, non ti afflosciare subito… Ho detto gustosa! Non una stitica insalata condita con il limone altrimenti mi cedi dopo il primo minuto di dieta.
Metti nell'insalata tutto ciò che ti piace e che sai non ti crea problemi: olive, noci, cetriolo, carote, mela, zucchine grigliate, pollo, tonno, qualche pezzetto di bacon (e sottolineo qualche)… insomma rendila gustosa, croccante e vedrai che resisterai alla tentazione di morsicare il panino salsoso del vicino di tavolo.
Ah! Ti ho visto! Pussavia… concentrati sull’insalata!
Cosa? C’hai poco tempo, vai di fretta?
Amico caschi male! Se cerchi una scusa per non seguire la dieta depurativa, le ho già sentite tutte.
Per ingannare qualsiasi vocina malefica s’insinui nella tua testa, che ti impedisca di seguire una dieta in modo efficace, ti suggerisco una facile alternativa:

  • Devi solo trovare 30 minuti per andare al supermercato e comprati tutto quello che ti ho elencato prima, più una di quelle insalate già pronte da mangiare con forchetta incorporata. 
insalata supermercato
insalate pronte al consumo

Se non la trovi abbastanza gustosa comprati un porta vivande, una busta di insalata già pronta all'uso (magari la lattuga ghiaccio o iceberg dissetante e crocchiante)...
...un barattolino di mais, tonno o pollo già pronto (reparto rosticceria), olive, olio (spremuto a freddo), aceto di mele... apri, mischia e portatelo al lavoro.
Visto che ci sei comprati pure lo spuntino di metà mattina e pomeriggio.
prepara la tua schiscetta
Preparare una schiscetta
Sì, già mi sembra di vederti... vorresti mangiare la frutta ma alla sola idea di lavarla, sbucciarla e tagliarla a tocchetti… Uff, sei fuori per lavoro, in ufficio, in tram, cola il succo, poi ti sporchi il vestito…
Ussignur fermo lì che già ti ho visto propenso verso quel latte al cioccolato con 2 biscotti farciti di crema! Arghhhhh... ti stacco un braccio giuro!






snack leggeriReparto frigo… vicino a dove hai preso l’insalata cerca bene che c’è anche la frutta confezionata.
Ecco… mettine un po' nel carrello per prevenire ogni futuro crampo di fame.
Varia alimenti e gusti così non rischierai di stancarti e cadere in tentazione.
vaschette di frutta

Finché non si innesca l’abitudine del frutto a merenda è meglio cominciare con qualcosa di già pronto. Una macedonia in vaschetta, una barretta alla frutta, ananas a fette…
Bene, in questo modo, preparato al meglio, con scorte alimentari sufficienti ed adeguate, hai eliminato ciò che di solito fa fallire una dieta: pigrizia e tante belle scuse sussurrate dalla vocina malefica.



Attenzione all'indice glicemico:

Una dieta efficace deve necessariamente tenere conto dell'indice glicemico.
Mangiare la verdura (cotta o cruda) come primo piatto o accompagnato alla pasta, fa in modo che ci saziamo prima e per lungo tempo non ci venga un attacco di fame per un improvviso abbassamento di glucosio nel sangue.
Detto semplicemente: se magni un chilo di pasta, un panino e magari delle patate c’hai n’impennata di zuccheri nel sangue. Allora l’insulina, che stava comodamente spaparanzata sul divano di casa sua, deve uscire da "pancreas house" e fare il suo lavoro (sempre che tu non sia diabetico e allora sciopera): gironzola per il sangue, rapisce il glucosio e lo trasporta nelle cellule che lo usano per trasformarlo o per produrre energia (il loro petrolio).

Se mangi alimenti ad alto indice glicemico (patate, riso, pasta troppo cotta, farina bianca...) avrai un immediato aumento di energia ma solo per poco. Normalmente nel nostro flusso sanguigno ci deve essere un costante livello di zucchero ma, se l’insulina è uscita in assetto di guerra per via dell’elevato zucchero introdotto con alimenti ad elevato indice glicemico, velocemente lo fa “sparire”. E che succede?
Avrai un attacco di fame poco dopo che hai mangiato (circa 2 ore), un crollo delle energie e un accumulo di glucosio che si deposita sotto forma di qualche chiletto di più qua e là (No, non tette e chiappe, non contarci! Al massimo panza e cosce).
Questo è il motivo per cui hai sempre fame e non perché devi alimentare uno scroccone di verme solitario!

Capire e correggere questa situazione, introducendo alimenti che rilasciano lo zucchero lentamente ti farà sentire più sazio e quindi mangerai di meno, senza eccessive privazioni.
Con questo non voglio dire che non puoi mangiare la pasta (meglio al dente, non troppo cotta) ma che riducendo la porzione puoi accompagnarla con altro (abbondanti verdure cotte o crude) e ciò modererà il picco insulinico, avrai meno fame precocemente e farai una dieta efficace senza fatica.

Pranzo/ cena:

Il segreto di una cena depurativa e dimagrante è cenare presto (entro le 19.00). Prima ceni e più aiuterai il tuo corpo a dimagrire, depurarsi e dormire meglio. Se per vari motivi non riesci a cenare entro le 19.00, prediligi gli alimenti liquidi e leggeri. Per evitare di arrivare a cena con una fame eccessiva, e divorare anche il tavolo, concediti piccoli snack salutari durante il pomeriggio.

Pesce: Tutto quello che ti piace e che non ti crea disturbi. Sogliola, salmone, trota, platessa...
Crostacei.
Carne bianca: pollo, tacchino...
Se non hai problemi mangia pure le uova in tutte le salse: frittata, alla coque...

Se non segui la dieta senza glutine puoi spaziare con vari tipi di pastasciutte e risotti magari cambiando e prendendo una pasta con farina di mais, al farro… accompagnata sempre con verdure.

Minestrone, minestre o vellutate di zucchine, di zucca... (ci sono anche liofilizzate da preparare aggiungendo solo acqua o quelle già precotte da mettere nel microonde. Attenzione agli ingredienti).

Tisane al finocchio, alla camomilla, alla malva, depurativa, menta e liquirizia… a tuo gusto (le trovi in vendita on-line, nei supermercati o in erboristeria).
Integratori. Non dimenticarli sono essenziali in caso di dieta restrittiva. Il ridotto consumo di farinacei crea nei primi tempi stanchezza e nervosismo quindi per evitare questo effetto "da astinenza" prova degli integratori a base di coenzima Q10 e alga spirulina che aumentano l'energia. Chiedi al tuo farmacista o in erboristeria.

RISULTATO della dieta disintossicante:



Beh… Probabilmente avrai un calzino e un amico in meno (va bé tanto era stronzo).
Per il resto noterai meno sonnolenza post-pasto, più lucidità mentale, digestione più veloce e meno disturbi intestinali. Ecchiamalopoco. Senza medicine né costosi test.

Se la dieta ti piace, visto che non è restrittiva né troppo ipocalorica, puoi continuare ancora per qualche giorno. L’ideale sarebbe seguirla per 3 settimane (magari eliminando solo il lievito o il lattosio) e poi puoi aggiungere un alimento alla volta di quelli scartati e vedere che effetto ti fa.
Se in vacanza cucini tu perché soggiorni in un appartamento (magari nel mio a Gran Canaria :)) puoi comprarti quello che vuoi e continuare con la dieta. Se sei in un villaggio all-inclusive puoi comunque scegliere tra i tanti piatti proposti a buffet, riducendo la pasta, eliminando il pane e la pizza e preferendo verdure e pesce.

Facendo la dieta depurativa ti puoi accorgere anche se sei sensibile ad un alimento in particolare (ad esempio gli alimenti lievitati). Prova a eliminare totalmente un alimento per almeno 3 giorni e poi ad introdurlo di nuovo nella tua alimentazione e vedi che effetto ti fa. A volte l’alimento incriminato non è irritante di per se stesso ma è indigesto “sulla quantità”, ciò vuol dire che puoi mangiare una panino e non avere disturbi ma se mangi una focaccia, l’aperitivo con gli stuzzichini, una birretta e la pizza, alla fine l’insieme "lievitoso" può creare dei fastidi (e poi dai su! Non mi fare incazza' l'insulina che poi sciopera).

CONCLUSIONI: 


Considerando tutto questo, il mio consiglio è:

  • Quando puoi riduci o evita gli alimenti che ti danno fastidio cosicché quando proprio te tocca (durante una cena con amici, un viaggio o circostanze del genere) non avrai troppi disturbi perché l’organismo è pulito dall'eccesso di quell'alimento, il fegato non è affaticato, l’intestino è disinfiammato e non creerà disturbi come colite, diarrea o stitichezza estrema. 
  • Se pensi di non riuscire a modificare la tua dieta per lunghi periodi introduci una sola sana buona abitudine. Per esempio the (verde, nero ecc..) e tisane depurative invece del caffè e cappuccini.

GO! Ora è il momento di agire. Sei pronto per iniziare la tua dieta efficace? C’ha fai?
Sì, ce la puoi fare! Dai! Trova il tempo per fare una lista di alimenti che puoi mangiare senza problemi, decidi quando andare al supermercato e fissa la data dei 3 giorni.
Fammi sapere come va.

Se l'articolo ti è stato utile o pensi che possa esserlo per i tuoi amici please, socializzalo everywhere. Contribuisci alla sua diffusione usando uno dei tasti social che preferisci.
Grazie... e buona dieta senza sforzo!

Articoli correlati:



marzo 2016
Nessun commento :
Posta un commento

NOTA: I commenti NON sono visibili immediatamente.

Per ricevere le notifiche delle risposte lasciate al tuo commento spunta la voce "INVIAMI NOTIFICHE" (visibile sotto il tasto "ESCI").
In caso non ricevessi la notifica ritorna a vedere se ti ho risposto.

SPAM is blocked.

Search Engine Yandex.Metrica